Cronaca

Arnone: ” Picone in aula ha ricevuto colpi processuali pesantissimi. Ammessa la costituzione di parte civile”

arnone

Giuseppe Arnone parla del processo a carico della collega Francesca Picone, colei che lo stesso Arnone dice ” mi mandò in galera, con testimonianze false”.

Stamattina, innanzi al Giudice Stefano Zammuto, la Picone, presente in aula, ha subito pesantissimi colpi processuali, prosegue l’avvocato agrigentino in una nota inviata agli organi di stampa. Già la presenza della parte offesa, su sedia a rotelle, Antonino D’Agostino, con a fianco il suo legale, ovvero l’Avvocato Arnone, ha costituito un serio momento di trionfo della Giustizia, che ha fortemente turbato e impaurito le male coscienze. Oltre al giovane Antonino, è stata ammessa la costituzione della madre, Cinzia Barbieri, assistita dall’Avv. Faro.
Inoltre è stata ammessa la costituzione di parte civile con l’Avvocato Salvatore Pennica, della signora Schembri, moglie dell’altro disabile, ovvero il cieco di Realmonte, signor Arcuri, pure estorto dalla Picone.

Un secondo pesantissimo colpo dopo quello della presenza di Arnone in toga – conclude – è arrivato a Francesca Picone dal deposito della consulenza grafica che ha accertato che la Picone, assieme a Valentina Fabbrica, ha falsificato tutte le firme della Signora Barbiere”.

Il primo Network in franchising di quotidiani online

Copyright © 2015 La Gazzetta Agrigentina. BLOG del gruppo 3D Editori Srls. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email all’indirizzo direzione@lagazzettagrigentina.it. Saranno immediatamente rimossi. L’autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Scarica l'App de LaGazzettAgrigentina.it

Copyright © 2015 La Gazzetta Agrigentina

In alto