Archivio

Arriva la lista degli edifici da demolire. A Licata altri 150.

14194297_885300721602641_680050251_n

 

Sono 150 gli immobili abusivi da demolire a Licata. La comunicazione è giunta dalla Procura della Repubblica di Agrigento. Le ruspe  settembre.  riprenderanno dunque a lavorare il prossimo 19 settembre.  Fino ad ora sono 44 le notifiche ricevute dai proprietari degli immobili. Al patrimonio del comunque invece, ne sono stati acquisiti già 250.  Il sindaco Angelo Cambiano ha chiesto un incontro urgente al presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone e al governatore Rosario Crocetta per creare un “coordinamento regionale” sul fenomeno dell’abusivismo, vista la portata che il fenomeno sta assumendo. La situazione non può essere affrontata dai soli amministratori, perchè ha questi ultimi rischierebbero di non poterne sopportare il peso ed essere vittime di atti intimidatori.  Una problematica che risale agli anni Novanta non può essere affrontata soltanto a livello locale, anche per le note difficoltà economiche che stanno vivendo tutti i Comuni”. L’ente è, infatti, costretto ad anticipare le somme necessarie per le demolizioni che dovrebbero essere poi recuperate rivalendosi sugli ex proprietari. “Non si può far finta di non sentire ciò che viene costantemente fatto rilevare – scrive Cambiano – e che riguarda la percezione che la moltitudine di interventi portati avanti dal Comune non siano eque nel contesto regionale e quindi vengono vissute quasi come una ingiustizia. Ci sono famiglie che hanno avuto il diniego alla sanatoria della propria abitazione e che hanno visto, invece, sanare immobili costruiti successivamente alla loro casa, lungo la stessa fascia di inedificabilità, solo perché – prosegue Cambiano – di proprietà (secondo quanto a gran voce accusano) di politici o ex amministratori del Comune di Licata. Le demolizioni si devono fare, il percorso di legalità iniziato non si può interrompere, ma non si può prescindere da doverosi chiarimenti che, sicuramente, contribuiranno all’accettazione di situazioni che, altrimenti, non troveranno accoglimento”.
YXW-NU/

Il primo Network in franchising di quotidiani online

Copyright © 2015 La Gazzetta Agrigentina. BLOG del gruppo 3D Editori Srls. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email all’indirizzo direzione@lagazzettagrigentina.it. Saranno immediatamente rimossi. L’autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Scarica l'App de LaGazzettAgrigentina.it

Copyright © 2015 La Gazzetta Agrigentina

In alto