News

Il comune di Racalmuto chiede di aderire alla Zona Franca per la Legalità

COMUNE_RACALMUTO

Il Comune di Racalmuto ha chiesto di essere inserito nella Zona Franca della Legalità per il territorio della provincia di Caltanissetta ed aree limitrofe.“Abbiamo deliberato in giunta la proposta che è stata approvata dal Consiglio Comunale all’unanimità – annuncia il sindaco Emilio Messana. Adesso sarà la Vice Presidente della Regione Assessore alle Attività Produttive Mariella Lo Bello a valutare l’istanza.”.

La Zona Franca per la Legalità è stata introdotta dall’art.3 della LR 15/2008 nell’ambito delle misure di contrasto alla criminalità organizzata e con decreto del Presidente della Regione siciliana n° 517 del 02 maggio 2012 è stata istituita una ZFL che coinvolge 27 comuni, quattro dei quali in provincia di Agrigento (22 in provincia di Caltanissetta e uno nell’ennese). Scopo della Zona Franca è quello di creare un’area economica dove garantire vantaggi e sgravi fiscali a favore di quelle imprese in grado di rispettare tutti i parametri di legge e di opporsi alle richieste della criminalità organizzata, un’area dove le procedure burocratiche dovranno essere più snelle consentendo d’incentivare la crescita e rilanciare il tessuto socio-economico.

“All’epoca della costituzione il Comune di Racalmuto rimase fuori – continua il sindaco Messana – e dopo lo scioglimento per infiltrazioni mafiose i rappresentanti del Governo Nazionale, Regionale e di Confindustria si impegnarono a riconoscere questa opportunità anche al nostro territorio. La Zona Franca per La Legalità, grazie alle opportunità che potrà offrire – in particolare quella degli sgravi fiscali per tutte le imprese ricadenti nel territorio se riconosciuti dall’Accordo di Programma Quadro Stato – Regione – è la migliore iniziativa di contrasto alla cultura mafiosa e alla illegalità diffusa, un investimento concreto per una crescita effettiva e reale della nostra economia.

Le nostre ragioni sono già state rappresentate dalla nostra Vice Sindaco Carmela Matteliano all’assessore regionale Mariella Lo Bello, che si è impegnata a portarle avanti. Con questa delibera – conclude il sindaco Messana – formalizziamo la nostra richiesta nell’interesse della nostra comunità e in nome dei valori della legalità che contraddistinguono l’impegno nostro e dei nostri concittadini. Confidiamo nella sensibilità e nell’attenzione de governo regionale e del suo Presidente Rosario Crocetta affinché il binomio sviluppo e legalità si traduca in opportunità reali per il nostro territorio.”

Il primo Network in franchising di quotidiani online

Copyright © 2015 La Gazzetta Agrigentina. BLOG del gruppo 3D Editori Srls. Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email all’indirizzo direzione@lagazzettagrigentina.it. Saranno immediatamente rimossi. L’autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Scarica l'App de LaGazzettAgrigentina.it

Copyright © 2015 La Gazzetta Agrigentina

In alto